COLONOS

in file 2012

Par amôr di ... matrie

domenica 04 marzo, h 17:00

 



Resistencis lenghistichis feminîls tal venteni fassist
Incuintri cun Boris Pahor

Nei boschi, in casolari dispersi, oltre l’abitato, lontane dall’occhiuta sorveglianza del regime fascista, madri, mogli e sorelle continuarono per vent’anni a combattere la loro battaglia eroica contro una dittatura ottusa e violenta, che negava ai popoli ad essa soggetti ogni libertà, compresa quella primordiale, connaturata al sangue e alla terra, ovvero esprimersi in sloveno, nella lingua delle proprie madri. E furono dunque le donne le protagoniste di tale resistenza linguistica. Partigiane che a colpi di vocabolario, sparando raffiche di parole, canti, racconti, armate di abbecedario, inventarono scuole clandestine affinché i loro figli e i loro fratelli non dimenticassero che proprio attraverso la parola viva e consapevole si radica la libertà di un popolo. Boris Pahor, testimone straordinario del Novecento e dei suoi drammi, ha da sempre sottolineato nella sua scrittura l’importanza della donna in questo cammino difficile e tortuoso di redenzione dell’uomo dai vincoli e dalle pastoie della crudeltà e dell’alienazione della dittatura.

programma

Associazion culturâl Colonos

v. Giovanni da Udine, 8
33050 Villacaccia di Lestizza (Ud)

info@colonos.it


fb.jpeg


Agriturisim ai Colonos

www.aicolonos.it
tel 0432 76 49 12
tel 0432 76 49 03
mob 342 0803361
agricolonos@cheapnet.it

design_EKOSTUDIO