COLONOS

in file 2010

Tal segn di Gjone, a Aquilee

venerdì 12 febbraio, h 20:30

 

Interventi di Remo Cacitti e Angelo Floramo
Introduzione di Angelo Vianello
Proiezione di immagini - lettura a cura di Tullia De Cecco

Durante la lunga notte della chiesa di Aquileia, come amò definirla Gilberto Pressacco, lungo i sentieri della cristianità antica e medievale vagarono gli antichi dei, attraversando i millenni, trasformandosi nei miti e nei riti che ancora oggi sopravvivono, mutati, a costituire un mosaico di straordinaria complessità e ricchezza, che individua nella pluralità la radice profonda delle nostre genti. Centro ideale del mondo allora conosciuto, linea di convergenza delle vie che univano il Baltico, l´Adriatico e il Mar Nero, le terre del Patriarcato seppero reinventarsi i segni e i simboli del sacro, da Alessandria d´Egitto alla lontana Scizia, dalle rive delle isole iperboree alle steppe del mondo slavo.

In collaborazione con l'Associazione culturale Gilberto Pressacco

programma

Associazion culturâl Colonos

v. Giovanni da Udine, 8
33050 Villacaccia di Lestizza (Ud)

info@colonos.it


fb.jpeg


Agriturisim ai Colonos

www.aicolonos.it
tel 0432 76 49 12
tel 0432 76 49 03
mob 342 0803361
agricolonos@cheapnet.it

design_EKOSTUDIO